venerdì 20 giugno 2014

2014 Giornata del Decorato a Siracusa

SIRACUSA – Promossa dalla Federazione Provinciale di Siracusa dell’Istituto del Nastro Azzurro fra Decorati al Valor Militare ha avuto luogo presso l’Idroscalo della Aeronautica Militare “De Filippis” di Siracusa la “Giornata del Decorato”. La deposizione di un serto floreale alla stele votiva dedicata al T.V. Arnaldo De Filippis, caduto nel 1917 sul colle di Latisana e decorato di M.A.V.M., alla presenza dei labari del Nastro Azzurro della Sezione di Siracusa, e delle città della Provincia   dell’Associazione  Arma Aeronautica, dello stendardo della Sezione  Associazione Nazionale Arma di Cavalleria e dei vessilli dell’UNUCI e dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore Reali Tombe Pantheon, ha preceduto un convegno dedicato al 100° anniversario della Grande Guerra. Dopo il saluto del Comandante dell’Idroscalo Col. Paolo Tredici e del Presidente della Federazione Avv. Francesco Atanasio, dinanzi ad un folto e qualificato uditorio e alle rappresentanze del C.do Prov.le Carabinieri, della Capitaneria di Porto e e della C.R.I. di, i relatori, Gen. .B. Michele Favaccio, già Capo Ufficio di Onor Caduti, e l’Avv. Antonello Forestiere, Direttore del Museo della Piazzaforte di Augusta, hanno trattato rispettivamente i temi “Il Regio Esercito alla vigilia della Grande Guerra” e “La Regia Marina e la nascente Aeronautica all’indomani della Guerra Italo-Turca”. Nella solenne circostanza è stato consegnato  il nuovo stendardo della Sezione: il precedente drappo, consegnato al Presidente fondatore ten. Bruno de Martinez La Restia, M.B.V.M., negli anni’50 dalla duplice M.O.V.M. Elia Rossi Passavanti, Presidente nazionale ANAC, è stato affidato al Museo “Casa degli Eroi” di Lentini. Presente il Vice Presidente della Federazione, l’avv. Giovanni Intravaia, con una nutrita e qualificata rappresentanza augustana.
    G. I.

domenica 6 aprile 2014

2014 Palermo e Monreale

Palermo non finisce di stupire e si rivela ancora una volta scrigno di Storia e di Arte. I percorsi suggeriti dall'Università di Palermo, hanno permesso di ammirare nella mattinata di sabato, il Museo Regionale di Palazzo Abatellis 
La visita ha coinciso con l'apertura gratuita di molti monumenti e musei civici, con l'iniziativa lodevolissima "La Scuola adotta un museo". Personalmente, avrei preferito la partecipazione delle scolaresche, come semplice supporto divulgativo, e non come nel caso di Palazzo Abatellis, con gli studenti impegnati in un happyning musicale, nel grande cortile del museo, disturbando non poco, il lavoro delle numerose guide al seguito dei numerosi turisti presenti.
Nelle adiacenze il famoso Oratorio dei Bianchi
Il pomeriggio è stato dedicato alla visita del Duomo di Monreale e del Chiostro benedettino
Dopo cena un fuori programma interessante, la "Notte Bianca a Palermo", concerto nella gremita Cattedrale e visita nelle numerose dimore nobiliari del Centro Storico. Domenica mattina la visita di Palazzo Steri nel complesso del Rettorato dell'Università di Palermo, dove si trovano ubicate le "Carceri dell'Inquisizione" http://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Chiaramonte-Steri
e subito dopo il trasferimento nell'Oratorio di Santa Cita, per ammirare il monumentale lavoro scultoreo di "Giacomo Serpotta"  http://www.ilgeniodipalermo.com/itinerari/i-tesori-della-loggia/oratorio-di-s-cita.html
Dopo pranzo una passeggiata per i Quattro Canti, Piazza Pretoria, Chiesa della Martorana e Casa Professa,queste due ultime chiuse, con grande disappunto di noi italiani e un gruppo di simpatici irlandesi.
Mi domando, quanti posti di lavoro si potrebbero realizzare con il grande patrimonio artistico custodito nelle Chiese in Italia?
Semplicemente, come si usa scrivere nei romanzi d'appendice, la risposta, alla prossima puntata...
Enzo Italia

martedì 25 marzo 2014

2014 Attività addestrativa a fuoco presso poligono di S.Demetrio a Lentini

Si è svolta a cura del nucleo di Lentini Carlentini Francofonte la 4° Esercitazione a fuoco presso i Campi di Tiro di S.Demetrio. L'esercitazione finalizzata al mantenimento addestrativo degli ufficiali, come prevede lo statuto UNUCI, è stata coordinata dal Col. Giuseppe Parisi, Il Cap. Giuseppe Marziano ed il Ten. Lorenzo Bonaccorsi. Lo svolgimento dell'esercitazione, prevedeva due fasi, la prima relativa alla conoscenza sulle armi, componenti, proiettili, balistica, maneggio e sicurezza, e la seconda con esercitazione a fuoco nel poligono.
Nella prima fase, sono state illustrate a cura degli ufficiali organizzatori, le fondamentali nozioni sulle armi lunghe, ed in particolare: fucile M4, in dotazione all'U.S. Army e alle truppe speciali italiane; fucile a pompa calibro 12, l'AK 47 e l'AR 70/90. 
Nel poligono di S.Demetrio a Lentini, si è proceduto all'uso di queste armi, catalizzando tantissimo l'interesse di tutti i partecipanti, questo nella seconda fase dell'esercitazione.
In particolare  gli Ufficiali, si sono cimentati nella tecnica dei tiri d'istinto, con bersaglio fisso a 10, 15 e 20 metri, ed al cambio di caricatore, con arma corta. 
Una serie di tiri sono stati realizzati in movimento su sagome fisse, con tecnica di riparo e cambio caricatore, utilizzando sia arma corta ed arma lunga. L'esercitazione si è conclusa con alcune dimostrazioni di tiro in T.O. Una particolare menzione al Cap. Alfredo Lieto, (responsabile del poligono di S.Demetrio) che ha sapientemente argomentato sulle tecniche d'ingaggio e uso tecnico delle armi, accrescendo tantissimo il livello dell'esercitazione.



                                                                              Tenente Lorenzo Bonaccorsi



                                                              Breefing operativo del Cap. Alfredo Lieto



Tiro con arma corta del Cap. Giuseppe Marziano