domenica 4 marzo 2007

2007 Gita a Enna e Villarosa


Organizzata in collaborazione con la sezione di Enna l'attesa visita nel cuore della Sicilia. Uno scrino di tesori che il capoluogo conserva nel Duomo antichissimo della città. I ruderi del Castello dei Lombardi, la rocca di Cerere e la Torre di Federico sono stati ampliamente descritti da una guida d'eccezzione, la signorina Giuliana figlia del past Presidente della sezione. Una giornata di splendido solo e nello stesso tempo molto ventosa, ma molto frequente in quello che è il più alto comune d'Italia. Trasferimento per il pranzo nell'area di Grottacalda oltre il lago di Pergusa, una zona fino a qualche decennio fà al centro dell'interesse industriale per la presenza di numerose ed allora produttive miniere di zolfo, oggi dismesse. Il ristorante gestito da figli di ex minatori che hanno saputo integrare questo luogo oramai abbandonato in un raffinato ristorante di vere prelibatezze siciliane. Successivamente la comitiva si è trasferita nella stazione di Villarosa, una stazione ferroviaria che da un decennio è rinata ad antico splendore, grazie all'intraprendenza del Capo Stazione il Sig. David che ha realizzato nei binari adiacenti la stazione dentro dei convogli ferroviari uno dei più caratteristici musei delle miniere di zolfo di quest'area. Toccante e commovente la lunga ed attenta spiegazione fatta dal capostazione, il quale proprio per le sue origini di ex emigrante e figlio di minatori ha saputo con caparbietà "costringere" l'Ente Ferrovie non chiudere questa stazione considerata un ramo secco per le F.S., ma grazie a questa geniale intuizione di questo piccolo ma grande uomo con l'approntamento del museo nel volgere di pochi è riuscito a portare nella stazione di Villarosa oltre 15 mila visitatori.