lunedì 14 aprile 2008

2008 Visita socio-culturale a Sperlinga e Nicosia

Su invito dell'Amministrazione Comunale di Sperlinga la sezione di Augusta ha effettuato giorno 13 aprile la visita socio-culturale nei Comuni di Sperlinga e Nicosia, splendidi comuni situati tra il Parco delle Madonie e dei Nebrodi. Accolti dal Vice Sindaco di Sperlinga ed accompagnati dall'Architetto Antonino Bonomo (guida) il nostro Gruppo ha potuto ammirare il castello nella sua completezza e constatare la struttura tipica militare del maniero. Ricco di: grotte, cisterne e canalette per la raccolta delle acque, silos, porte segrete e tranelli per i nemici, feritoie per la difesa. In esso vi trovarono riparo gli Angioini, assediati per un anno durante la guerra del Vespro. Il nucleo rupestre abitata da popolazioni indigene, rilase al periodo anteriore ai Greci. Le centinaia di grotte erano usate come sepolcri in un primo momento, diventando abitazioni in epoca bizantina e saracena. Il Castello fu abitato da diverse famiglie nobiliari dal XI secolo sino agli anni 20, quando fu lasciato all'abbandono tanto che gli ultimi proprietari gli Oneto lo vendettero al Comune di Sperlinga per la cifra simbolica di mille lire. Dopo una lunga campagna di restauri è diventato di nuovo fruibile ai tantissimi visitatori.
Il un noto locale il pranzo con la partecipazione del Vice Sindaco di Sperlinga il Dott. Zarfora. Al termine lo scambio dei crest come segno reciproco di stima ed ammirazione tra l'UNUCI e le istituzioni locali, sempre sensibili a questi gemellaggi culturali. Gradita la visita del Presidente della sezione UNUCI di Enna il Ten. Nunzio Buscemi che ha voluto salutare i soci di Augusta. Nel pomeriggio trasferimento a Nicosia per ammirare la Cattedrale di San Nicolò dove colpisce il biancore marmoreo della "cona" in marmo che si protende sul retro del fonte battesimale (di scuola gaginesca) e gli splendidi intarsi nei due altari di epoca trecentesca. In serata il rientro ad Augusta.-