mercoledì 21 maggio 2008

2008 AIRONE OPERAZIONE JARHEAD
















I giorni Venerdì 16, Sabato 17 e Domenica 18 Maggio 2008 si è svolta presso le Foreste Demaniali, località Santalena, Mustigarufi e Gabbara San Cataldo (CL), l’ Operazione Jarhead - Airone 2008 organizzata dall’ U.N.U.C.I. Sezione di Caltanissetta. Alla simulazione hanno partecipato diverse sezioni UNUCI della Sicilia, pattuglie appartenenti all’ANPDI (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia) e anche una squadra operativa del 62 Fanteria Meccanizzata Aosta di Catania. Anche la sezione U.N.U.C.I. di AUGUSTA ha partecipato per la prima volta ad una esercitazione del genere, con una propria Pattuglia (nome in codice Alpha LINCE) composta da:
S.T.V. Alessandro CARRABINO (Comandante della pattuglia)
S.C. Giancarlo Genovesi (Cartografo)
Soldato Walter CATINELLO (Addetto alle telecomunicazioni e Tiratore Sniper)
Soldato Gaetano PISANO (Geniere)
La pattuglia è stata infiltrata nel campo di simulazione, in assetto tattico, alle 14:45 di sabato 17 ed è esfiltrata alle ore 07:30 della domenica 18, dopo essersi cimentata per tutto il pomeriggio e la notte , nell’esecuzione di ordini di operazione (OPORD), sviluppati dal nucleo comando, e dopo aver assolto con successo tutti i diversi compiti operativi assegnati, classificandosi al terzo posto della classifica generale.
Il Plauso mio personale per la brillante affermazione della pattuglia della nostra sezione, che hanno superbamente superato sezioni della Sicilia più blasonate, tenuto conto che questa era la loro prima uscita. Complimenti a tutti.
ScopoVerificare la preparazione professionale di Militari in servizio attivo nelle Forze Armate Italiane, Ufficiali in congedo, amici dell’ U.N.U.C.I., iscritti ad Associazioni d'Arma, riconosciute dal Ministero della Difesa, appartenenti alle forze ausiliarie dello stato.
Tema
Esercitazione per Posti Comando e per piccole Unità militari di impiego a Livello tattico nelle Operazioni Militari Terrestri.
TipoEsercitazione operativa, valutativa, continuativa, diurna e notturna, sul terreno, con nemico rappresentato.
Le prove, a cui tutte le pattuglie partecipanti si sono dovute sottoporre sono state: stesura e verifica di preavvisi D’Ordine e Ordini di Operazione; Diritto internazionale Umanitario; Check-Point; Pattugliamento; Topografia, Navigazione e Orientamento Terrestre; Camuffamento; Sopravvivenza; ricognizione; Acquisizione e designazione Obiettivi; Incursione; NBCR; comunicazioni radio; campo minato; discesa da parete rocciosa con corda doppia; Esplosivi; Tiro Sniper; Primo soccorso e MEDEVAC; Riconoscimento mezzi, armamenti e simbologia NATO;
Durata: 24 ore di cui 18 operative sul terreno.
Ringrazio la sezione UNUCI di CALTANISSETTA per l’eccellente organizzazione della manifestazione e tutti i partecipanti, che hanno contribuito a rendere questa “esperienza” un evento indimenticabile si dal punto di vista militare che da quello umano.
Un ringraziamento particolare va rivolto al Cap. SPARTA, al Ten. BONFANTI e al Ten. ROMANI per l’impegno profuso e la professionalità dimostrata.

lunedì 19 maggio 2008

2008 Caccamo, Bagheria, Gibilmanna Cefalù

Si è svolta l'attesa visita a Caccamo su invito del Sindaco e dell'amministrazione di questa splendida cittadina in provincia di Palermo. Cinquanta i soci partecipanti. All'arrivo l'incontro con la guida che ci ha accompagnato per la visita dei principali monumenti, prima tra tutti la Cattedrale che imponente si staglia all'ingresso della Piazza Duomo. Al suo interno tantissime opere d'arte d'ammirare. Subito dopo la visita al Castello abbarbicato sul colle che sovrasta la città di Caccamo, dal quale si può ammirare l'incomparabile bellezza della valle dove è stata realizzato il bacino artificiale Rosamarina che disseta anche la città di Palermo. Molto belle le numerose stanze del castello, adibite anche ad incontri e manifestazioni specie nel periodo estivo. Nel Palazzo di Città l'atteso incontro con il Sindaco di fresca nomina il dott. Desiderio Capitano, che proprio per sottolineare la sia "militarità" ha chiamato collega il Capitano Italia anche sè solo per via del suo cognome. Lo scambio dei crest, il saluto ed un arrivederci ha suggellato l'amicizia tra l'amministrazione di Caccamo e la sezione di Augusta. Nel pomeriggio dopo il pranzo a Torre Normanna, una visita nell'eremo sul Monte Pellegrino della Grotta di Santa Rosalia. Sabato il gruppo si è recato a Gibilmanna nel Parco delle Madonie per visitare il Santuario Mariano ed il Grande Museo attiguo, splendidamente custodito dai Francescani. Bagheria nel pomeriggio. Visita guidata al Museo Guttuso dove sino al 30 di maggio oltre 200 opere del maestro fanno bella mostra provenienti quasi tutte da collezioni private. Domenica a Cefalù, la perla del Tirreno. Grandissima spiaggia splendido sole tantissimi turisti francesi, tedeschi e spagnoli. Dopo il pranzo lo shopping per le viuzze del borgo marinaro. Un week end da ripetere.