giovedì 23 aprile 2009

2009 Primo posto all'esercitazione Airone







Anche quest’anno, organizzata dalla sezione UNUCI di Caltanissetta si è svolta “L’AIRONE 2009” Esercitazione operativa, valutativa, continuativa, diurna e notturna, sul terreno, con nemico rappresentato, per piccole unità militari di impiego a livello tattico nelle Operazioni Militari Terrestri, riservata a militari della categoria del servizio attivo e in congedo.
Le Pattuglie si sono cimentare nell’esecuzione di ordini d’operazione (OPORD), sviluppati dal nucleo comando e assolvendo i diversi compiti operativi assegnati. Pertanto, ogni pattuglia composta da 3 operatori hanno sostenuto prove differenti e gli operatori assunto ruoli dipendenti dal tipo di prova.

Prove: Stesura e verifica di preavvisi D’Ordine e Ordini di Operazione; Diritto internazionale
Umanitario; Pattugliamento; Topografia, Navigazione e Orientamento Terrestre;
Camuffamento; Ricognizione; Acquisizione e designazione Obiettivi; Incursione;
NBCR; Comunicazioni radio; Campo minato; Corda doppia; Esplosivi; Tiro sniper; Primo soccorso e
CASEVAC; Riconoscimento mezzi, armamenti e simbologia NATO;
Durata: Circa 24 ore di cui 18 operative sul terreno.
Distanza: Circa 20 Km complessivi da percorrere con dislivello MX di 400 metri.
Le prove hanno avuto inizio il 19 APR 2009.
Per la nostra sezione UNUCI AUGUSTA hanno preso parte all’operazione AIRONE 2009:
Ten. Bonaccorsi Lorenzo ( Staff Direx)
Cap.Magg. Ippolito Giuseppe (Staff Direx)
Pattuglia Operativa:
Sottocapo Genovesi Giancarlo ( Capo pattuglia e cartografo)
Soldato Catinello Walter ( Operatore Radio)
Soldato Pisano Gaetano ( Esploratore)
La pattuglia è stata infiltrata nel campo di simulazione, in assetto tattico, alle 14:45 di sabato 18 ed è esfiltrata alle ore 11:20 di domenica 19, dopo essersi cimentata per tutto il pomeriggio e la notte, nell’esecuzione di ordini di operazione (OPORD), sviluppati dal nucleo comando, e dopo aver assolto con successo tutti i diversi compiti operativi assegnati, si è classificata al primo posto della classifica generale.

lunedì 20 aprile 2009

2009 San Giovanni Rotondo

Si è conclusa la gita di quattro giorni organizzata dalla sezione in terra di Puglia, per ammirare tra l'altro il Santuario di San Pio a San Giovanni Rotondo sul Gargano. Suggestivo lo scenario dell'imponente Cattedrale realizzata sulla spianata adiacente la vecchia chiesa dall'architetto Renzo Piano, dove gli spazi prendono forma con un'avvenieristico contenitore, che sembra stonare accanto a quelle del vecchio convento. Ha emozionato tantissimo la visita nella cripta dove è esposto il corpo di San Pio. Nel pomeriggio di venerdì, fuori programma a Manfredonia per ammirare il Castello simbolo della ridente cittadina adriatica dove è presente una delle flotte peschereggie più importanti d'Italia. Sabato mattina trasferimento a Monte Sant'Angelo per la visita nell'ipogeo dedicato a San Miche arcangelo. Dire splendido è poco. Uno scrigno di tesori, d'arte di religiosità in un luogo dove il tempo pare si sia fermato, attraversando il portale bronzeo della Basilica. Sull'altura di Monte Sant'Angelo si ammira uno dei più incantevoli scenari naturali d'Italia. Nel pomeriggio trasferimento ad Alberobello nella Valle d'Itria patria dei Trulli e domenica a Matera in Basilicata, per ammirare uno dei patrinoni dell'Umanità tra i più belli al Mondo: I Sassi. In tarda serata il rientro ad Augusta